Venerdì 1 Marzo 2024

22:41:11

I giorni della Riparazione

Il mese di giugno, da decenni ormai, è divenuto il mese dei cosiddetti “gay-pride”, con tutto ciò che ne consegue, sia come orripilanti offese e blasfemie, sia come dissoluzione della morale pubblica e dell’ordine naturale.

In realtà, per noi cattolici il mese di giugno è il mese consacrato al Sacro Cuore di Gesù, e, usualmente, in questo mese cadono la festa SS.ma Trinità e quella del Corpus Domini.

Inoltre, sempre in giugno la Chiesa ricorda figure di grandi santi legati alla difesa dell’ordine naturale e della morale tradizionale:

il 21, san Luigi Gonzaga, Patrono della gioventù;

Il 24, san Giovanni Battista, ucciso proprio per aver difeso la legge morale (“Non ti è lecito”);

il 30, Commemorazione di san Paolo Apostolo, sul cui insegnamento da sempre poggia la dottrina morale della Chiesa.

Ma, anche nei giorni immediatamente seguenti di luglio, vi sono due date fondamentali in tal senso:

il 1°, solennità del Preziosissimo Sangue, versato per la redenzione dei nostri peccati;

il 6, santa Maria Goretti, martire della purezza.

La Confederazione dei Triarii invita i suoi associati, gli amici e tutte le persone di buona volontà, a vivere insieme giorni di riparazione da offrire al Sacro Cuore e al Preziosissimo Sangue di NSGC e consacra questa iniziativa proprio a san Paolo Apostolo, vivendo il 30 giugno p.v. come

GIORNATA DELLA RIPARAZIONE

Come associazione abbiamo già organizzato un Santo Rosario pubblico di riparazione il giorno 10. Ma ora proponiamo una vera e propria campagna di riparazione nelle prossime settimane, che si potrà seguire sui nostri canali:

21 giugno, ore 20,30: S. Rosario

24 giugno, ore 15,00: S. Rosario

30 giugno: Giornata della Riparazione: digiuno e santo Rosario alle ore 21,00.

1° luglio: giornata di devozione al Preziosissimo Sangue e santo Rosario alle ore 15,00

6 luglio: santo Rosario alle ore 21.

Tutto questo presuppone celebrazioni di Sante Messe di riparazione nei giorni su indicati, ma soprattutto il 30 giugno, in onore di san Paolo.

A tal fine, si invitano i presìdi della Confederazione – e comunque tutte le persone di buona volontà – a contattare sacerdoti che celebrano nel Rito Romano apostolico antico per organizzare celebrazioni locali.

Così come, dove e quando possibile, rosari pubblici o anche processioni.

Come figli della Chiesa, siamo tenuti a questi atti di riparazione, e confidiamo nella piena collaborazione di tutti. Il momento storico lo richiede, e noi dobbiamo rispondere alla buona Battaglia.

Il Presidente e il Consiglio Direttivo

Video del Presidente: